Punti di interesse a Rum e dintorni!

Riserva naturale Karwendel

Visitate la riserva naturale di Karwendel, scoprite i rari fiori e le numerose bellezze della natura. Sono a vostra disposizione circa 45 km di sentieri per escursioni eccellentemente curati e segnalati con cartelli. Medaglie per escursioni in oro, argento e bronzo, nonché piantine per escursioni e descrizioni dei sentieri gratuiti!
Dépliant informativi presso l’Ufficio del Turismo: F. +43 (0)512/ 268696.

Sentiero naturale didattico Rum

Sentiero naturale didattico Rum:
Il sentiero si trova al limitare del parco alpino Karwendel, il più grande territorio naturale protetto in Austria dopo il parco nazionale degli Alti Tauri .
Situato leggermente al di sopra del centro del comune di Rum, vicino alla Gasthof Canisiusbrünnl, si trova un parcheggio GRATUITO che funge anche da punto di partenza per numerose escursioni. Immediatamente adiacente al parco avventura, il sentiero naturale didattico, il percorso fitness e dal 2008 anche il nuovo percorso a piedi nudi di Rum. Da qui si arriva in circa 15 minuti all’incrocio di 7 sentieri; prendere quindi a destra in direzione Garzan-Hof.

Intorno a questa area è stato allestito il sentiero naturale didattico di Rum che potrete raggiungere in 10 minuti. Appositi tabelloni in loco descrivono le particolarità botaniche della regione.

Marienkapelle (Cappella della Madonna):

La cappella si trova nella periferia occidentale di Rum.La bella costruzione in stile barocco pare sia sorta nel XVII sec. Sull’ingresso è presente un medaglione affrescato che rappresenta la Madonna delle Rose. L’interno è adornato da un affresco con Madonna, Johannes Nepomuk e San Floriano sul soffitto, sotto i quali si immortala la stessa cappella con le case del vicinato.
 
La cappella mariana venne eretta per proteggere Rum contro la Rumer Mur (frana di disgregazione).Presepe di figure in cera nel periodo di Natale che risale circa al 1800.

 

 

 

Cappella delle peste:

A Sud-Ovest del paese, al di sotto della scuola di Rum, si erge tra i campi la sobria costruzione della cappella della peste “Visitazione di Maria”. Essa venne eretta (probabilmente nel XVII sec.) a ricordo degli anni della pestilenza del 1611 e 1612, poiché anche a Rum imperversò la morte nera. Presumibilmente il cimitero dei defunti morti a seguito della peste si trovava nell’area del punto in cui oggi si trova questa cappella.

 
 

Chiesa di S.Giorgio:

La prima citazione di una chiesa a Rum nell’anno 1337 è puramente casuale. I muri delle fondamenta del presbiterio sono da ricondurre alla metà del XIII sec. All’epoca la chiesa era ancora molto piccola e venne incorporata nell’edificio nuovo sorto nella seconda metà del XV secolo.

Nell’anno 1499 venne consacrato l’ultimo dei tre altari, consacrazione che concluse la nuova costruzione della chiesa. Nel 1999 si festeggiò infatti il suo cinquecentesimo anniversario. All’esterno la chiesa si presenta come navata tardo-gotica alla quale si è aggiunto il coro come parte terminale rettangolare. La torre gotica con campanile gotico cuspidato e monofore a tutto sesto si aggiunge con la sagrestia alla parte Nord del coro.

Nella parte interna della chiesa, dai forti accenti barocchi, la navata centrale composta da 4 campate, sopra alla quale si innalza una volta, ricorda il periodo costruttivo gotico.

Bildstöcke (pietre con pitture):

I Bildstoecke possono essere ammirati ancora oggi sulla strada statale per Hall. Essi vennero eretti alla fine del XVI sec. allorché venne costruito il santuario di Maria Loretto a Thaur, offerto dall’arciduca Ferdinando II. 15 colonne in pietra, indicanti la via e ristrutturate oggi con moderne rappresentazioni del mistero del rosario, possono essere ammirate lungo la nuova strada statale mentre accompagnano i pii pellegrini o gli ospiti interessati alla meta del pellegrinaggio.

Croce dell’imperatore :

Su una collina a Nord-Ovest della località venne innalzata questa croce nel 1848 in occasione dell’avvento al trono dell’imperatore Francesco Giuseppe I e ristrutturata per l’anniversario del regime nel 1898. Durante gli anni della rivoluzione, nel 1848 si pensa che la madre del giovane sovrano, l’arciduchessa Sofia sia venuta spesso a Rum assieme ai suoi fratelli Ferdinando Massimiliano (il successivo Imperatore del Messico), Karl Ludwig e Ludwig Viktor, che erano fuggiti a Innsbruck.